Controlli di presenze e accessi al lavoro: cosa può controllare il datore di lavoro?

come usare il telefono come badge
Come usare il telefono come Badge
8 Settembre 2022
Cosa è un sistema di rilevazione delle presenze e a cosa serve?
Cosa è un sistema di rilevazione delle presenze e a cosa serve?
27 Settembre 2022
Show all

Controlli di presenze e accessi al lavoro: cosa può controllare il datore di lavoro?

controllo presenze accessi

Vogliamo offrire in questo articolo alcune ‘informazioni in pillole’ con indicazioni semplici da comprendere, e nel contempo precise dal punto di vista delle complesse normative che regolano il settore.

• Il datore di lavoro a norma di legge ha il diritto di controllare i lavoratori ?

Certamente si, rientra nei poteri previsti dalle leggi.
Ovviamente ci sono dei limiti al potere di controllo e di vigilanza, che deve essere proporzionato e adeguato a salvaguardare gli interessi, i beni ed i patrimoni aziendali, la sicurezza nei suoi vari aspetti, la produttività ed il risultato economico dell’attività lavorativa.
Il controllo va esercitato e realizzato in maniera equilibrata, senza sconfinare in aspetti che possano risultare lesivi della dignità personale dei lavoratori.

• Un sistema elettronico di rilevazione delle presenze è accettabile per legge?

Questo è un concetto ampiamente recepito dalla giurisprudenza, che ne conferma la validità e l’applicabilità in tutte le realtà lavorative e in ogni settore pubblico e privato.
Anzi si osservi che nelle Pubbliche Amministrazioni e altre Aziende Pubbliche, è proprio indispensabile installare un sistema elettronico di gestione delle presenze, per poter riconoscere e retribuire eventuali ore ordinarie e straordinarie lavorate.

• E quali sono le norme per un sistema di controllo degli accessi al lavoro ?

Valgono principi analoghi anche per i sistemi elettronici di controllo degli accessi nei luoghi di lavoro; in più intervengono in questo caso anche aspetti legati alla sicurezza, come per esempio al fine di evitare che persone estranee possano accedere ad aree riservate ai lavoratori, ed in generale alla tutela e sicurezza del personale, degli impianti, e degli edifici.
In generale, ove sussistono problemi di sicurezza, e/o di tutela e protezione di persone e beni, è normalmente accettato che il controllo degli accessi sia maggiormente stringente.

• I controlli biometrici sono ammessi per le presenze e gli accessi al lavoro ?

Questo è un classico esempio ‘al limite’ di quanto è concesso dalle normative.
Si sono verificati casi di contestazioni e rifiuto di queste tecnologie, perchè ritenute troppo invasive della privacy personale, se non giustificate da gravi ragioni di sicurezza e tutela.
Se possiamo dare un consiglio legato all’esperienza e al buon senso, preferiamo in generale evitarle.

Siamo specialisti di sistemi di controllo presenze e accessi, e ne possediamo la proprietà intellettuale da molti anni.

Se vuoi saperne di più, non esitare a chiederci informazioni ulteriori compilando il form di contatto.